Avvistare un meteoroide dalla Stazione Spaziale: il dietro le quinte

Poco fa l’astronauta ESA Paolo Nespoli ha pubblicato sui suoi account social media un timelapse notturno, filmato lo scorso 5 novembre intorno alle 21:30 italiane. Le immagini che vedete sono fotografie mostrare in sequenza, a intervalli di un secondo l’una dall’altra, mentre la Stazione Spaziale Internazionale stava volando dall’Oceano Atlantico al Kazakistan.

Paolo è stato talmente fortunato da riuscire a registrare in video anche un fireball, un meteroide molto brillante, mentre rientrava nell’atmosfera terrestre al largo delle coste del Sudafrica – se guardate con attenzione lo potete vedere tra i secondi 00:07 e 00:08 nell’angolo in alto a destra del video.

Per capire meglio cosa ha visto Paolo abbiamo chiesto aiuto a Rüdiger Jehn e Detlef Koschny, responsabili per le attività sui NEO (Near-Earth Objects) nello Space Situational Awereness Programme dell’Agenzia Spaziale Europea. 

Detlef Koschny

Sicuramente si tratta di un fireball, ovvero di una meteora molto brillante. Zoomando nell’immagine è possibile vedere come l’oggetto fosse al di sotto della luminosità del cielo notturno terrestre (come è chiaro dalla foto seguente dove la luminosità è stata modificata).

Screen Shot from video of meteoroid 2017-11-09 at 6.19.38 PM credit: ESA/NASA

Screen Shot from video of meteoroid 2017-11-09 at 6.19.38 PM credit: ESA/NASA

Nelle immagini scattate dall’astronauta si riesce inoltre a vedere come il fireball illumini per un momento anche le nuvole, il che ci mostra come dovesse essere veramente vicino. È possibile inoltre vedere anche una piccola coda della meteora.
Il fireball in questione in questo video è infine chiaramente più luminosa delle stelle. Solo alla fine del video appare un oggetto (Venere probabilmente) di pari luminosità il che ci porta a pensare che si tratti di una meteora dell’ordine di grandezza del decimetro. Avrebbe potuto trattarsi di un detrito spaziale sulla via del ritorno verso la Terra ma l’angolo con il quale l’oggetto sta rientrando nell’atmosfera nel nostro video lo esclude (troppo verticale).

Rüdiger Jehn

Un fireball è come viene chiamato in gergo un meteoroide molto brillante – un pezzo di “roccia spaziale” che rientrando nell’atmosfera terrestre brucia diventando più luminoso anche delle stelle che gli fanno da sfondo. Questo meteoroide che Paolo ha filmato era insolitamente veloce visto che la sua velocità stimata è di 40 km/s. In media i meteoroidi entrano nell’atmosfera a circa 20 km/s.
Per riuscire a stimare la velocità della “roccia spaziale” – ci spiega Rüdiger –  il processo da seguire non è banale.

Per prima cosa ho sovrapposto una griglia alle diverse immagini di Paolo in cui viene mostrato l’oggetto. In questo modo è stato poi possibile calcolare la distanza che ha percorso il meteoroide nei secondi in cui è visibile nel video (il tratto rosso evidenziato nell’immagine di seguito)

Screen Shot from video of meteoroid 2017-11-09 at 6.19.38 PM credit: ESA/NASA

Screen Shot from video of meteoroid 2017-11-09 at 6.19.38 PM credit: ESA/NASA

È stato poi necessario assumere che il nostro “sasso spaziale”non avesse velocità radiale al piano dell’orizzonte e stesse puntando verso il centro della Terra.

Con questa approssimazione la distanza percorsa è di 97 km in 3 secondi, il che ci porta ad una velocità di 32 km/s.

A questo punto, facendo rientrare in gioco la velocità radiale di cui prima non si è tenuto conto, la velocità dell’oggetto diventa circa 40 km/s, rientrando infatti nel range di velocità alle quali viaggiano i meteoroidi osservabili (11-72 km/s).

Ha poi aggiunto Detlef Koschny

Per chiarezza è importante infine precisare che la convenzione chiama “meteora” luce che appare quando un meteoroide (se inferiore a 1 m di grandezza) o asteroide (se superiore al metro) entra nell’atmosfera terrestre. I meteoroidi più brillanti di Venere, come quello visto da Paolo Nespoli, vengono chiamati fireball.

 

Comments

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.